mercoledì 24 febbraio 2016

Lisbona .... E i suoi dolci ❤️



Eccomi di ritorno da Lisbona .... 
Città fantastica , capitale del Portogallo , ma la mia intenzione non è quella di descrivervi la città o le usanze come una guida turistica , no la mia intenzione è quella di parlarvi dei fantastici dolci che ho assaggiato e di cui mi sono follemente innamorata ❤️

Ecco una carrellata dei dolci più tipici che ho incontrato in questa breve vacanza ...

Bolacha Francesa , frolle con la marmellata 


Maçã assoda, mela cotta al forno con cannella e crema .... Fantastiche ancora calde 


Bolo de arroz , dolcetti simili a dei cupcake ma fatti con farina di riso 


Ed ecco qui pasticceria di Belém , un posto mitico , presente in tutte le guide turistiche . Una fabbrica di dolcetti con una portata di 15.000 Pastel de nata al giorno.
Questo dolce tipico rappresenta Lisbona nel mondo . Dolci ottimi che creano dipendenza . 


Questi sono due pasticceri alle prese con un'infornata di Pasteis de nata . 


PASTEIS DE NATA


Ci sono molte ricette per preparare questi fantastici dolci perche quella originale è ancora segreta , custodita da pochi eletti. È per questo che ne ho provate un paio e la più simile a ciò che ho gustato a Lisbona a me sembra questa . Alcune contengono fecola di patate , altre dati a , alcune procedono per la cottura della crema come se fosse una normale crema pasticciera , altri mettendo tutto a crudo e poi facendolo cuocere .... Insomma ognuno ci mette del suo . 


RICETTA 

-4 tuorli
-50 g di zucchero
-1 cucchiaio di farina
-1 baccello di vaniglia
-scorza di mezzo limone 
-250 ml di panna
-½ bicchiere di latte
-1 rotolo di pasta sfoglia già pronta
-Burro qb per infarinare la teglia dei cupcakes
-Zucchero a velo e cannella in polvere per spolverare


Aggiungete la farina al mix di panna e latte , in più riprese senza far formate dei grumi , aggiungere i tuorli precedentemente leggermente sbattuti con una forchetta , aggiungere la vaniglia e la buccia del limone e lo zucchero .

Fare addensare la crema ottenuta sul fuoco. Per conservarla in modo che si raffreddi coprire con la pellicola trasparente in modo che non si formi una patina dura .

Stendere la pasta sfoglia, ritagliare dei dischi e trasferirli negli stampi da muffii precedentemente. Adagiare ogni cerchio di pasta sfoglia nello stampo usando le dita schiacciare l’impasto in modo da far aderire l’impasto nella forma .

Riscaldare il forno a 250°C (al massimo), non ventilato.
Distribuire con un cucchiaio la crema raffredata negli stampi. Far cuocere per 15 –massimo 20 minuti  affinchè la superficie assume un bel colore dorato scuro e il guscio risulta cotto .
Per dare un ultimo tocco che possa renderli simili agli originali usare il cannello caramellatore per bruciacchiare e caramellare la superficie .Si possono mangiare caldi o freddi , spolverati con cannella e zucchero a velo.
Ed eccoli qui .... Fidatevi , uno tira l'altro ❤️








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...